Home » Consigli d’arredamento » News » Parquet o gres effetto legno: vantaggi e svantaggi di entrambi
Parquet

Parquet o gres effetto legno: vantaggi e svantaggi di entrambi

Quando si tratta di scegliere un pavimento per gli ambienti interni della propria casa, in grado di conferire calore agli spazi e, per questo, si valuta l’ipotesi del legno, il dilemma che si presenta per molte persone è quello tra parquet e gres effetto legno. Un dubbio amletico esploso da poco, fino a qualche anno fa non era presente sul mercato il secondo prodotto che oggi rappresenta invece una validissima alternativa.
Una soluzione valida quella del gres porcellanato ad effetto parquet, che si diffonde a parziale discapito di quel legno che pure era una sorta di must all’interno delle nostre case. Come valutare quale dei due prodotti può essere migliore? Proviamo a evidenziare alcuni suggerimenti per consentire una scelta più consapevole rispetto a quella emotiva e istintiva che, spesso e volentieri, i consumatori tendono a prendere in questo campo.

Parquet: pro e contro

Per quanto riguarda il parquet, tra i suoi vantaggi possono essere indicati in particolare:

  1. una posa più agevole in quanto non occorre fare attenzione ai giunti di dilatazione, come avviene nel caso del gres;
  2. l’aumento del valore della casa in cui viene inserito;
  3. l’inesistenza di fughe o stuccature, trattandosi di una superficie senza soluzione di continuità;
  4. isolamento termico e acustico assicurato.

Sull’altro piatto della bilancia occorre mettere alcuni difetti come la difficoltà di pulire i pavimenti oliati, il processo di invecchiamento nel corso del tempo, la facilità che il legno possa rovinarsi o graffiarsi in maniera profonda e, soprattutto, un costo il quale può essere sensibilmente più elevato rispetto a quello del gres effetto legno.

Gres effetto legno: vantaggi e svantaggi

Nel caso del gres effetto legno, i pro sono i seguenti:

  1. il costo medio sensibilmente inferiore, che si attesta a meno della metà rispetto al parquet;
  2. l’assenza di difetti visivi, resa possibile dall’adozione della grafica digitale, grazie alla quale è possibile riprodurre una copia del materiale in grado di avvicinarsi al vero;
  3. la resistenza e durata;
  4. la facilità di pulizia.

Per quanto riguarda i difetti del gres effetto legno, possiamo dire che essi siano sostanzialmente i seguenti:

  • la complicazioni nelle operazioni di posa, tali da allungare notevolmente il processo, con il problema aggiuntivo concretizzato dai giunti di dilatazione, i quali possono provocare crepe nella superficie;
  • la difficoltà di pulire il gres effetto legno spazzolato, che molti non conoscono;
  • i problemi derivanti dalle fughe, che devono essere stuccate. Proprio la stuccatura tende a macchiarsi con il passare del tempo incidendo notevolmente sull’estetica della superficie:
  • la ridotta resa termica rispetto al legno naturale. Si può ovviare con un impianto di riscaldamento a livello del pavimento, che comporta però un aggravio della bolletta.

Meglio il parquet o il gres effetto legno?

Alla luce di quanto detto sinora, non è facile scegliere tra parquet e gres effetto legno. Se la spesa per il primo è sensibilmente maggiore, i vantaggi sono comunque abbastanza evidenti. Un punto dirimente, però, può essere costituito proprio dal fatto che montare un parquet all’interno della propria abitazione ne aumenta il valore commerciale, a differenza di quanto accade nell’altro caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *