È lo spazio più intimo della casa: nell’arredamento del bagno, ogni elemento contribuisce alla creazione di uno stile unico e personale. Dai mobili lavabo agli specchi, dal pavimento al colore delle pareti, dai materiali fino alla scelta fondamentale tra box doccia o vasca da bagno: nulla deve essere lasciato al caso.
Ogni dettaglio, infatti, concorre alla progettazione di un ambiente curato e rifinito, a prescindere dalle dimensioni della sala. I materiali utilizzati dipendono dallo stile scelto. I più in voga sono attualmente: lo stile scandinavo (che abbina il legno ai toni chiari) lo stile contemporaneo e industriale (minimal, essenziale ed elegante), stile vintage (richiami al passato fusi con elementi moderni) e l’intramontabile stile classico (dalle linee pulite, con uso prevalente di marmo e legno).
In generale, nell’arredamento del bagno vale la regola del trovare il giusto equilibrio tra gusti personali e ottimizzazione degli spazi, conciliando funzionalità e stile preferito in perfetto accordo con il resto della casa.

Arredamento e design: doccia o vasca da bagno?

Una scelta che sembra facile, ma che non lo è affatto: nell’arredare il proprio bagno è meglio il box doccia o la vasca? La risposta giusta è “dipende”. Ogni persona ha un’idea molto soggettiva di cosa sia il benessere o il relax.
C’è chi a fine giornata sogna un bagno caldo e rilassante per disperdere tutto lo stress accumulato, chi invece non vede l’ora di infilarsi sotto la doccia per sentire il getto dell’acqua che sferza nuovo vigore a tutto il corpo. La preferenza di uno piuttosto che dell’altro chiama in causa vari elementi, in primo luogo lo spazio a disposizione. Vediamo pro e contro di ciascuno.

Vantaggi e svantaggi del box doccia

La doccia è la scelta ideale nei bagni di dimensioni molto piccole. Un box doccia trasparente ha la capacità di allargare gli spazi, magari con l’aggiunta di un gioco di specchi e di faretti posizionati in modo strategico. Scelte moderne poi, come i piatti doccia a filo pavimento, garantiscono risultati importanti dal punto di vista del design.
Un punto a favore dei bagni con doccia è la loro richiesta nel mercato immobiliare: all’atto di acquisto di una casa, è dimostrato che si preferisce un bagno con doccia piuttosto che uno con vasca. Il motivo è legato all’igiene e alla comodità: ci si lava e ci si prepara più velocemente.
Lo svantaggio di un bagno con doccia, invece, è determinato soprattutto dalle esigenze delle famiglie con bambini: i più piccoli adorano fare il bagno nella vasca, magari insieme ai loro giochini di plastica preferiti.
Il momento del bagnetto, per i bambini, oltre a essere un insostituibile passatempo divertente, a fine giornata è anche un valido aiuto per favorire la distensione e un sonno tranquillo.

Vantaggi e svantaggi della vasca da bagno

Oltre alla preferenza dei bambini appena citata, ci sono altre valide motivazioni che spingono a scegliere un bagno dotato di vasca. Il bagno caldo, schiumoso, con i sali specifici e accompagnato magari da una tisana e dalla musica giusta, oltre a regalare un formidabile momento di relax, ha anche funzioni terapeutiche.
Il bagno nella vasca tonifica, migliora la circolazione, allevia crampi e dolori muscolari, distende i nervi e libera la mente da ogni pensiero. Se la vasca è poi dotata del sistema idromassaggio, i benefici connessi aumentano ancora di più.
Tuttavia, la vasca da bagno presenta anche qualche “contro”: bambini, persone anziane o con qualche difficoltà motoria non possono essere lasciate da sole, sia per motivi di sicurezza sia perchè non riescono (o fanno troppa fatica) ad entrare e uscire dalla vasca.
Una soluzione funzionale e mai fuori moda potrebbe essere quella di dotare il bagno di una “vasca-doccia”, installando un box a cerniera lungo la vasca o inserendo una vasca dalle dimensioni ristrette all’interno del box. Un trucco per non dover fare rinunce e accontentare le esigenze di tutti.