Ormai è una soluzione cui si ricorre con sempre più frequenza; è cambiate la concezione alla base degli spazi abitativi e di come essi vadano pensati, prima ancora che utilizzati. La parola d’ordine oggi è ottimizzare ogni singolo centimetro della propria abitazione; e per fare questo spesso si procede mischiando spazi di ambienti differenti.
C’era una volta la cucina, ambiente dove si preparavano e si consumavano poi i cibi; nelle grandi occasioni questi potevano essere servizi in sala da pranzo o salotto, altro ambiente appositamente adibito. Oggi non è più così ed è raro vedere nelle case moderne una suddivisione tale degli spazi. Sempre più ci si rivolge ad ambienti open space, ovvero soggiorni con cucina integrata o con cucina a vista.

L’importanza di ottimizzare gli spazi

Nell’ottimizzazione degli spazi è spesso la cucina a dover sacrificare qualcosa: sempre più si ricorre a soluzioni integrate e ad espedienti particolari come i sistemi salvaspazio ad esempio. Il soggiorno con cucina a vista è una soluzione comoda e di sicuro impatto in termini di design ed al contempo più funzionale rispetto all’angolo cottura, le cui criticità sono note.
Una soluzione quindi che non nasce dalla necessità di ottimizzare il più possibile in quanto si hanno a disposizione pochi metri quadrati sui quali muoversi; ma che può essere frutto di una scelta ponderata, quindi della volontà di avere spazi aperti nei quali muoversi senza neanche ricorrere a pareti o librerie divisorie, tanto in voga ultimamente per dividere gli spazi di una abitazione in modo semplificato.

Come arredare la cucina a vista

In un contesto tale c’è spazio anche per soluzioni abbastanza imponenti, come ad esempio l’isola centrale a fare da piano cottura e tavolo per i commensali al contempo; e gli sgabelli da utilizzare al posto delle tradizionali sedie.
Dal punto di vista dell’arredamento e della scelta estetica, per arredare un soggiorno con cucina a vista il consiglio è quello di optare per elementi che generino contrasto, così da capire a primo sguardo le differenze tra il soggiorno e la cucina. Essendo tutto un unico ambiente e non essendoci più i muri a separare, questo espediente ottico può essere di enorme utilità. Si otterrà in questo modo un angolo da pranzo confortevole, un luogo dove trascorrere momenti di relax con parenti ed amici ben distinto a livello concettuale dall’area adibita alla cottura dei cibi. Il miglior modo per arredare un soggiorno con cucina a vista.