Una contingenza che accomuna molti appartamenti ed in generali spazi nei quali ci sia la necessità di ottimizzare il più possibile. Un’esigenza che può riguardare soprattutto determinate aree della casa, su tutte la sala da pranzo. Ricorrere a tavoli salvaspazio è una soluzione per arredare con stile e soprattutto con praticità ambienti della casa che non abbiano eccessivi spazi ma senza rinunciare alla comodità di un tavolo con tanti posti.
Un po’ il medesimo concetto che vi è alla base dei mobili salvaspazio ma applicato in questo caso al tavolo da mettere in cucina o in camera da pranzo. Se non si ha a disposizione una metratura sufficiente la soluzione è quella di rivolgersi a tavoli salvaspazio. Oggi sul mercato ne esistono di tutte le tipologie e di ogni forma, oltre che di dimensioni differenti per adattarsi alle varie esigenze: vediamo come funzionano i tavoli salvaspazio e come sceglierne uno.

I tavoli salvaspazio allungabili

La tendenza di oggi è quella di optare per spazi abitativi di dimensioni contenute dove ogni singolo centimetro deve essere ottimizzato al meglio. Una necessità ancora più avvertita in cucina (al riguardo possono tornare utili i sistemi Atim trasformabili) e nella zona giorno, quella che funge anche come camera da pranzo.
In entrambe queste aree il tavolo da pranzo rappresenta un elemento di arredo immancabile: la scelta deve essere dettata sempre da fattori estetici ma anche funzionali. Ecco allora che un tavolo da pranzo non deve risultare essere eccessivamente ingombrante. Quale migliore soluzione allora dei tavoli salvaspazio, come nel caso di un tavolo da pranzo allungabile, per risparmiare centimetri ma non perdere comunque di efficacia?
Si parla di mobili che in partenza non hanno dimensioni eccessive e che dunque risultano essere non ingombranti: all’occorrenza, nel caso quindi vi sia necessità di tanti posti a tavola per una cena con diversi ospiti, si possono allungare diventando estremamente funzionali.

Come scegliere un tavolo salvaspazio

I tavoli allungabili salvaspazio esistono sia per la cucina che per la sala da pranzo. La scelta deve essere dettata dalla quantità oltre che dalla conformazione degli spazi che si hanno a disposizione: i tavoli salvaspazio possono infatti essere tondi, quadrati, di dimensioni contenute o anche piuttosto grandi.
Stesso discorso che vale, in fase di scelta, per la tipologia e per il materiale: i tavoli salvaspazio allungabili possono essere di tanti materiali (dal legno alla plastica), sono principalmente per uso cucina o camera da pranzo ma esistono anche tavoli salvaspazio di design per il soggiorno e persino per lo studio.

Tavoli allungabili e tavoli pieghevoli

Mediamente un tavolo che di base è da 4 persone si può espandere anche di 60 / 80 cm arrivando a poter ospitare il doppio dei commensali. Il meccanismo è solitamente posto nella parte interna del tavolo, quindi non visibile dal di fuori, e consente di trasformare un tavolo di dimensioni ridotte allungandolo di netto. Il consiglio nel caso di acquisto tavolo salvaspazio allungabile è di optare per modelli di qualità e di materiali longevi dato che il continuo aprire e chiudere della parte estendibile può, a lungo andare, provocare usura delle parti.
Oltre che allungabili i tavoli salvaspazio sono anche pieghevoli; forse meno gradevoli dal punto di vista estetico sono comunque una soluzione ideale per chi abbia spazi molto limitati o per chi volesse trasformare un ambiente. Un tavolo salvaspazio pieghevole, in questo caso, può diventare di dimensioni realmente ridotte chiudendosi a scomparsa ed andando ad occupare pochi centimetri di superficie.