È una delle risorse più utilizzate in ambito estetico, un oggetto che può essere funzionale ma anche semplice elemento di arredo, quindi con finalità prettamente estetiche. Il divano esiste dalla notte dei tempi ed ha vissuto nella storia molteplici declinazioni: la variante del divano letto è molto più recente e nasce seguendo le nuove esigenze del mercato.
Con il passare degli anni la filosofia di abitare ed arredare gli spazi è totalmente mutata e l’arredamento ha seguito queste nuove strade. Il divano letto è la fedele espressione di tale cambiamento e segue la necessità di ottimizzare gli spazi.
Oggi è più che mai necessario cercare di risparmiare ogni singolo centimetro: si tende ad optare per soluzioni abitative sempre più a misura, dai monolocali ai bilocali passando per le case per single. Ecco allora che in una cornice di questo genere avere uno strumento funzionale come il divano letto diventa un fattore in grado di fare la differenza.

Funzione del divano letto

Alla base di tutto vi è la filosofia di base del divano letto, il suo funzionamento: un elemento di arredo in grado di assolvere a più funzioni. Durante il giorno, semplice divano; di notte si ‘trasforma’ e diventa letto.
Una soluzione ideale per chi vive in spazi ridotti, magari in monolocali o bilocali, ma anche una risorsa da tenere in salotto e da sfruttare nel caso di eventuali ospiti. Una duplice funzione che implica determinate accortezze in fase di scelta del divano letto, proprio perché si parla di un prodotto delicato che subisce diverse sollecitazioni esterne.
Il mercato dei divani letti nel corso degli anni si è notevolmente evoluto proprio per andare incontro a queste necessità ed è oggi in grado di fornire una scelta enorme per chi sia alla ricerca di un divano letto da mettere nella propria casa.

Divano letto, come scegliere?

Quali sono allora gli elementi da valutare quando si procede alla scelta di un divano letto? Diversi fattori che passano dagli spazi a disposizione in casa alla forma e tipologia del divano in questione fino all’uso che se ne va a fare.
Se un divano letto, per essere chiari, viene usato ogni sera per dormire, si dovrà optare per una qualità certamente superiore; viceversa se si parla di un elemento da tenere nei casi di emergenza, come l’arrivo di ospiti, e quindi sa utilizzare saltuariamente come letto, il discorso cambia totalmente.
Venendo alle misure, oggi ci sono divani letto di ogni dimensione e per tutte le esigenze: si va da quelli a due posti che possono essere, in alternativa, anche a due poltrone, e si arriva poi a divani letto molto più grossi, da tre o più posti.

Tipologie di divani letto

Oltre alle misure anche la tipologia del divano letto fa tutta la differenza del caso: per chi volesse unire anche l’aspetto pratico ottimizzando gli spazi a disposizione, sarebbe opportuna ad esempio la scelta di un divano letto con contenitore per ricavare un ulteriore vano dove riporre oggetti.
Per quanto riguarda la conformazione poi ci son divani letto standard, con penisola, ad angolo, formati da più divani separati, abbinati a poltrone o pouf da mettere vicino quali elementi di complemento.
Massima attenzione va posta al metodo di apertura del divano letto, dato che da questo fattore dipende la comodità di uso in quanto potrebbe andare ad intralciare gli spazi del soggiorno. Oggi esistono divani letto di ogni genere, molto più funzionali da questo punto di vista, con schienale a scomparsa che viene totalmente assorbito in fase di ‘trasformazione’ da divano a letto. Dipende sempre da quanta superficie si vuole occupare.
Ultimo elemento da valutare al meglio, la comodità: spesso si tende a pensare che un divano letto non sia comodo, o almeno non quanto un letto tradizionale. Ovviamente è tutto soggettivo, dipende dalla tipologia di divano, dalla scelta dei materiali, dal tipo di materasso. Se si opta per soluzioni di qualità si potrà avere a disposizione un divano letto assolutamente comodo ed efficace per il suo scopo finale.