Home » Blog d’arredamento » News » Scegliere i quadri di casa abbinandoli allo stile di arredo
Quadri casa

Scegliere i quadri di casa abbinandoli allo stile di arredo

I quadri ricoprono una funzione determinante all’interno della propria casa, da non sottovalutare. Sono delegati ad abbellire le pareti integrando l’arredamento, di modo che l’ambiente possa infine risultare non solo armonico, ma anche personale. Un elemento di arredo non di poco conto, ecco perchè quando si intende puntare su di essi è bene effettuare scelte in linea con l’arredamento dell’ambiente in cui si intende integrarli. In un salone arredato in stile classico ad esempio, optare per quadri moderni può risultare una scelta assolutamente fuori luogo. Inoltre, occorre fare una valutazione preliminare sulla reale funzione dei quadri: devono restare sullo sfondo o risaltare? Proviamo a fare chiarezza sulla questione.

Come scegliere i quadri

Una volta che abbiamo stabilito la funzione cui devono essere assegnati i quadri, è il momento di passare ai fattori che devono distinguere i quadri, ovvero:

  • il soggetto. Ove l’ambiente sia caratterizzato da uno stile razionale, dovranno quindi essere scelti quadri moderni, con la possibilità ulteriore di adottare stampe o fotografie. Le abitazioni di stile classico potranno invece trarre il massimo di giovamento dall’adozione di quadri più tradizionali, ad esempio i paesaggi;
  • i colori. In una stanza estremamente variegata dal punto di vista delle tonalità, conviene scegliere opere che vadano a riprendere alcuni accenti dell’arredamento. Inoltre si dovrebbe cercare di creare un certo contrasto, evitando che il colore del dipinto sia troppo simile agli oggetti di arredamento più prossimi;
  • le dimensioni: meglio un quadro grande che va ad occupare gran parte della parete o alcuni quadri più piccoli? La seconda soluzione consente di dare vita ad una piccola galleria;
  • il punto in cui devono essere appesi. Il consiglio degli esperti è di dosare al meglio gli spazi, di modo da raggiungere un equilibrio in grado di essere percepito immediatamente.

La coerenza tra quadri e arredamento

Quando si deve decidere per l’arredamento, la linea seguita dalla grande maggioranza degli interessati è di cercare una certa uniformità nelle forme e nelle linee. Lo stesso principio deve essere seguito immettendo opere d’arte in un ambiente: l’importante è che ci sia coerenza tra esse e l’arredamento. Se quest’ultimo è caratterizzato dalla morbidezza delle linee, anche i quadri dovranno essere in grado di dare la stessa idea. Nel caso in cui siano presenti mobili industriali, le cui linee solitamente risultano nette, si può optare per opere d’arte astratte.

Attenzione alla cornice

Troppo spesso si riserva poca attenzione alla cornice. Un errore di non poco conto che rischia di creare un contrasto deleterio ai fini del risultato finale. Scegliere una cornice adeguata, al contrario, va ad impattare in maniera rilevante garantendo infine ulteriore effetto decorativo. Il fattore da privilegiare, in questo caso, è rappresentato dal materiale. Nel caso in cui l’arredamento sia in legno sarebbe il caso di preferire cornici naturali, mentre la presenza di mobili moderni può far risaltare al meglio quelle dorate.
Per quanto concerne invece i telai, nelle abitazioni di stile tradizionale si dovrebbero preferire le cornici intagliate, mentre in quelle moderne sono più adatte le cornici lisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *