Home » Blog d’arredamento » News » Come curare e sistemare al meglio il balcone di casa
Balcone design

Come curare e sistemare al meglio il balcone di casa

Avere un balcone nella propria casa è un enorme vantaggio e può essere un buon modo per godere dell’aria aperta anche senza abbandonare la propria abitazione; che sia un piccolo spazio esterno o un luogo dove poter adibire anche una situazione piacevole, con tavolo e sedie, c’è un fattore costante dato dalla possibilità di adibirlo come meglio si vuole-
Da questo punto di vista anche il balcone può essere curato e sistemato fino a cambiare radicalmente aspetto: se le piante e i fiori sono il modo più immediato per farlo, anche gli arredi possono contribuire non poco a dargli un assetto e un aspetto suggestivo. Andiamo a vedere qualche idea al proposito.

Non serve un’ampia metratura

Contrariamente a quanto si possa pensare, per godere appieno un balcone non servono grandi metrature. Anche i balconcini, se sistemati al meglio, possono regalare un ambiente estremamente confortevole, soprattutto quando le giornate si allungano e il caldo inizia a farsi sentire.
Ad esempio, è possibile progettare una sorta di bistrot, evocando atmosfere tipiche della Francia, con tavolino pieghevole e a due sedie in metallo. Oppure optare per un mobile bar, soluzione ideale per i balconcini in cui lo spazio è realmente esiguo. Appeso alla balaustra, chiuso o aperto in base alle esigenze, può rivelarsi l’ideale per degustare un aperitivo aprendo l’anta e trasformandola in un comodo tavolino su cui appoggiare le bevande.

Arredare il balcone come se fosse una spiaggia

Se utilizzato al meglio, il balcone può anche trasformarsi in una piccola spiaggia per godere il sole senza alcuna necessità di fare chilometri con la propria auto per raggiungere il mare; indubbiamente a mancare è l’acqua del mare, ma per gli amanti dell’abbronzatura sarà comunque possibile godere dei raggi solari anche nei momenti in cui gli stessi sono meno pericolosi per l’epidermide, ovvero nel tardo pomeriggio. E se proprio non si può fare a meno di bagnarsi, avendo a disposizione lo spazio necessario si può ricorrere ad una piscina gonfiabile per farlo.

Il balcone può essere fiorito o diventare una vera giungla

Un ulteriore modo per far fronte alla mancanza di spazio, soprattutto per chi ha il pollice verde, è rappresentato dalla verticalità. È possibile sfruttare le pareti per ovviare, in particolare montando appositi supporti che possano ospitare fioriere oppure un mobiletto dotato di ripiani sul quale si possono riporre le piantine, dando vita ad una piccola oasi. Per chi non abita all’ultimo piano l’ipotesi estremamente suggestiva è quella di appendere i portavasi al soffitto. In tal modo lo spazio non disponibile in lunghezza viene acquistato in altezza.

L’ultimo tocco: l’illuminazione

Se nei mesi invernali il balcone difficilmente viene utilizzato nelle ore serali, nel corso dell’estate proprio queste possono diventare le più piacevoli in assoluto per godersi lo spazio creato. Il modo migliore per creare un ambiente che possa mixare relax e romanticismo è rappresentato dall’illuminazione. Si possono utilizzare semplici lanterne oppure fare ricorso ad una striscia di lampadine da esterno per far sì che, anche una volta calato il sole, sia possibile trascorrere ore all’aria aperta senza alcuna necessità di dover uscire di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.