Home » Blog d’arredamento » News » Arredare casa con le madie, consigli di stile
madie

Arredare casa con le madie, consigli di stile

Per chi è alla continua ricerca di elementi di arredo in grado di conferire fascino alla propria abitazione, una possibile soluzione può essere rappresentata dalla madia, ovvero dalla caratteristica cassa di legno rettangolare munita da un coperchio il quale può essere sollevato a cerniera. Se un tempo era utilizzata nelle case di campagna al fine di conservare il pane e lievito usati nella cottura del pane, con il suo piano d’appoggio pronto ad essere impiegato anche per impastare, con il passare del tempo la madia si è andata sempre più trasformando in un mobile utile per decorare la casa. In particolare la cucina, ove può conservare bicchieri, posate o oggetti di design; oppure nel soggiorno. Andiamo a conoscere meglio la madia e quali sono i motivi i quali consigliano ad adottarne una, non senza prima aver ricordato che si tratta di un elemento diverso dalla credenza, altro mobile della tradizione contadina che viene usato soprattutto sotto forma di alloggio per le stoviglie e per dare la necessaria visibilità ai cibi all’interno della sala normalmente adibita ai banchetti.

La madia in versione moderna

Il termine madia deriva dal latino magida, con il quale si indicava un tempo la lavorazione della farina. La sua versatilità ne ha fatto, con il trascorrere delle epoche, un mobile presente in qualsiasi tipo di abitazione, dalle dimore signorili a quelle più umili. In epoca moderna, la madia ha conservato la sua polifunzionalità, trovando un grande successo soprattutto nei decenni successivi al secondo conflitto mondiale, quando l’arrivo degli elettrodomestici nelle case ha consentito di impastare e miscelare con maggiore facilità, aumentandone quindi l’utilizzo.
Naturalmente, le madie di ultima generazione non sono più quelle di un tempo. Sono infatti caratterizzate da linee moderne e spesso essenziali, e rivestono anche una funzione decorativa, oltre a poter essere utilizzate allo stesso modo di un tempo, o quasi. Al loro interno, infatti, possono essere conservati bicchieri e posate, mentre in qualità di piano d’appoggio sono in grado di alloggiare oggetti come le lampade, libri, cornici e molto altro. 

Le principali tipologia di madia moderna

Le madie moderne possono essere suddivise in alcune grandi tipologie, ovvero le seguenti:

  • madia di design, che viene declinata sotto forma di complemento d’arredo polifunzionale, in grado di mixarsi perfettamente con il minimalismo dello stile nordico;
  • madia bianca, arredo di tendenza che può andare a coniugarsi alla perfezione con qualsiasi stile di arredamento, riuscendo in ogni caso ad aggiungere raffinatezza al risultato finale, rivelandosi ideale per ogni genere di ambiente, dalla cucina alla camera da letto;
  • madia da soggiorno, una vera e propria scelta tesa ad unire funzionalità e stile, rivelandosi utile non solo nella veste di contenitore di oggetti, ma anche per dare luogo ad effetti visivi di grande impatto;
  • madia da ingresso, zona nella quale si rivela perfetta per riporre gli oggetti che possono essere usati nel corso del giorno o come appoggio per chi entra nell’abitazione e ha la necessità di svuotare le tasche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.