Per chi abbia a disposizione un ambiente cucina piuttosto ampio, una delle possibili opzioni per dar vita a stili di arredamento alternativi è rappresentata dalle soluzioni in muratura. Una scelta che presuppone pilastri e strutture fisse che occupano molto spazio, tanto da renderne consigliabile la progettazione in una stanza ove la disponibilità di metri quadri consenta di porre le giuste basi per poter comporre il tutto a seconda delle proprie esigenze e desideri. Non si parla quindi di soluzioni ideali per cucine piccole.
Per farlo è naturalmente opportuno avvalersi della collaborazione di professionisti con tutti i crismi de caso, si parla quindi di un architetto d’interni e di un artigiano qualificato, soprattutto ove si pensi di adottare soluzioni di cucina su misura. Andiamo a vedere nel dettaglio alcuni punti di vantaggio delle cucine in murature e le loro relative criticità.

I vantaggi delle cucine in muratura

Prima di optare per una cucina in muratura è sempre opportuno effettuare una analisi attenta così da poter valutare i possibili pregi e difetti e cercando per quanto possibile di mettere da parte le proprie preferenze personali. Questo perchè come detto, si tratta di una soluzione piuttosto drastica per la propria cucina.
Per quanto concerne i vantaggi delle cucine in muratura, oltre al notevole impatto scenografico di una soluzione simile che conferisce al complesso una originalità evidentemente impossibile da conseguire nel caso di una cucina pre-confezionata, occorre poi ricordare la possibilità di massima personalizzazione: le cucine in muratura per questa loro peculiarità rappresentano la scelta ideale per sfruttare le rientranze, le nicchie o altri, spazi non convenzionali presenti nella cucina.

Punti di criticità delle cucine in muratura

Un aspetto da considerare tra i possibili svantaggi delle cucine in muratura è quello relativo alla manutenzione. Non si può non considerare che, ad esempio, nel caso si renda necessario sostituire un pezzo confezionato su misura, sarà necessario rivolgersi ad un artigiano per farlo nuovamente produrre e ad un operaio per andarlo poi a montare in maniera corretta. Il tutto con conseguente lievitazione dei costi.
Altro problema di non poco conto è poi quello relativo alle possibili infiltrazioni d’acqua che non solo sono difficili da ravvisare sotto le piastrelle, ma costringono anche a smontarle parzialmente per poter ovviare all’inconveniente.

Attenzione al contesto

Fini qui si è focalizzata la nostra attenzione sui possibili vantaggi e svantaggi della cucina in muratura: resta sullo sfondo un’altra questione che è quella del contesto. Una soluzione di questo genere può produrre i suoi migliori risultati soltanto se inserita in un contesto caratterizzato da uno stile rustico, come nel caso di abitazioni di campagna o di montagna, oppure all’interno di una mansarda dotata di travi a vista.
Il fatto di avere una struttura formata da elementi in muratura comporta come conseguenza l’esaltazione di questo genere di cucina all’interno di contesti country oppure shabby Minore sarà naturalmente la resa in ambienti ove lo stile sia moderno, malgrado il fatto che negli ultimi tempi abbiano iniziato a fare capolino soluzioni di questo genere in grado di imporsi anche in contesti minimal.