Come progettare la cucina

In questo articolo illustriamo i primi passi per come progettare la cucina . La forma , i materiali , i colori : la cucina prima di essere scelta deve essere progettata, pensata e studiata nei dettagli. La prima cosa da scegliere per la nuova cucina e’ il pavimento e le piastrelle per la zona sotto pensile.

Tipologie  di cucina

Con un piccolo sforzo di immaginazione , dobbiamo innanzitutto capire come progettare la cucina  e capire che tipo di cucina  desideriamo avere nella nostra casa.

Possiamo pensare di progettare una cucina in muratura , oppure una cucina componibile dal gusto classico, o ancora una cucina moderna e tecnologica .

Come comporre una cucina

Il primo passo e’ chiaramente quello di scegliere le pareti che vogliamo sfruttare ovvero quelle da coprire con i mobili e gli elettrodomestici.

Quando dobbiamo progettare la cucina dobbiamo  valutare lo spazio a disposizione , quindi le dimensioni e la forma del locale. Di notevole importanza la posizione dei vincoli, ovvero porte e finestre che ostacolano la disposizione dei nostri  mobili. Altro fattore da considerare sono la posizione delle prese della corrente , sia per il collegamento dei grandi elettrodomestici che per il piano di lavoro. Progettare la cucina in fase di ristrutturazione da la possibilita’ di riposizionare a piacimento sia la parte idraulica , acqua e gas, sia quella elettrica .Questa operazione permette di ottenere risultati migliori  in termini di ergonomicita’ e praticita.’

Forma della cucina

A seconda della forma del locale e dei vincoli in esso esistenti possiamo arredare la cucina in diversi modi.

La cucina lineare , dove mobili ed elettrodomestici sono posizionati sulla stessa parete .

Progettare la cucina a due linee, dove i mobili sono posizionati su due pareti parallele della cucina .

La cucina ad angolo , dove i mobili sono posizionati su due pareti perpendicolari.

Ma il desiderio di molti e’ poter progettare la cucina con isola centrale, che puo’ ospitare il piano di cottura e il lavandino oppure solo un piano snak per il pranzo. Una volta individuata la disposizione che meglio si addice al nostro locale si passa alla fase del progetto vero e proprio. Possiamo affidarci al un negozio specializzato,  ad un architetto o semplicemente possiamo , da soli, stendere una bozza di cio ‘ che desideriamo realizzare. Se non vogliamo sorprese ed ottenere un ottimo risultato la scelta migliore e’ affidarsi ai professionisti del mestiere . Artigiani che sono in grado di realizzare la cucina su misura e personalizzarla in ogni sua parte .Il professionista si avvale di programmi di ultima generazione in grado di realizzare progetti tridimensionali e a colori.