Arredare un bilocale, quindi un ambiente piuttosto contenuto e limitato, mantenendo comunque un proprio stile e cercando di trasmettergli la nostra identità. Operazioni che sono possibili e che possono essere realizzate anche quando lo spazio disponibile è realmente poco.
Sono sempre più coloro i quali decidono di andare a vivere in uno spazio piccolo senza dividere la casa con altri; una tendenza che è emanazione diretta dei cambiamenti che si sono registrati a livello sociale e che si riscontra soprattutto nelle grandi città.
Si pensi a Milano, dove le richieste per bilocali e anche monolocali comunque di stile ed eleganza è alquanto elevata. Spesso arredare spazi di così limitate dimensioni non è cosa semplice. Soprattutto se si vuole mantenere uno stile contemporaneo. Vediamo allora qualche consiglio su come arredare un bilocale.

L’idea dell’open space

A monte di tutto vi è sempre l’idea di open space: la prima soluzione che viene in mente quando si ha uno spazio relativamente piccolo e si vuole cercare comunque di dare un’idea di ariosità. È quanto accade ad esempio quando si va ad arredare un monolocale.
Anche quando si parla di open space è indispensabile mantenere sempre le zone distinte; e ciò può essere fatto anche con un utilizzo intelligente degli arredi, non necessariamente con pareti di cartongesso o similari da erigere.
Sempre per dare un’idea di spazio maggiore è bene fare ricorso ad arredi dal colore luminoso; un effetto da giocarsi anche su pareti e soffitti, possibilmente bianchi. Importante poi il corretto uso della luce, tanto quella naturale che arriva quindi da finestre e prese d’aria di vario genere; quanto quella artificiale di lampade varie.

Partire sempre dalle proprie esigenze

Altra idea può essere quella di far ricorso a pareti divisorie mobili, non quindi elementi strutturali: ad esempio si può andare a creare una sorta di anticamera prima della zona notte. E poi una cabina armadio per risparmiare spazi ulteriori.
Ciò che conta quando si procede ad arredare un bilocale è seguire i propri gusti e partire sempre dalle proprie esigenze. L’obiettivo è quello di dar vita ad un ambiente che sia il più possibile funzionale e che rispetti a pieno lo stile di chi lo vive. In sostanza non è necessario seguire regole precise: l’importante è fare in modo di sentirsi a proprio agio una volta varcata la soglia di casa.